Puzza di amministrative

La primavera prossima qui a Lecce si vota per il rinnovo (magari) di sindaco e consiglio comunale. Ergo, inevitabilmente comincia il valzer consueto di amici – conoscenti – parenti che ti chiedono il voto per conoscenti – fidanzati/e – loro medesimi/e.

Qualche sera fa un’amica mi butta lì con apparente casualità “sai, XX, il ragazzo con cui sto, si candida l’anno prossimo, e siccome c’è in ballo un progetto di consulenza in cui sono coinvolta anch’io, stavo facendo un sondaggio (??? n.d.r. ) tra amici per capire un attimo …” Per non farle sprecare fiato inutilmente l’ho stoppata spiegandole che no, con tutta la simpatia possibile io XX non l’avrei votato. Ché da fottuto residuato di idealista quale sono, non butto un voto a cazzo di cane solo per far intascare soldi a lei ed al suo ragazzo. Anche perché entrambi sono già sufficientemente intrallazzati (= ben inseriti in termini di conoscenze utili ai fini di una collocazione lavorativa) e imbottiti di pecunia da non averne onestamente bisogno. Perlomeno non con il mio voto.

E me ne son convinta mille volte di più dopo che la mia amica, temendo forse di aver “perso” la faccia o per ostentare disinvoltura e noncuranza, mi ha rassicurata dicendo “no, perché figurati, a XX della politica non gliene frega niente, lui è proprio contro la politica. Cioè, sta nell’UDC, ma lui non è né di destra né di sinistra. Comunque non c’è problema, era solo per fare un sondaggio (??? n.d.r. ), poi regolati tu”

Conosco i miei polli, e infatti, puntuale come il mal di denti, il giorno dopo, da perfetta finta pecorella caramellata qual è, è giunto l’anatema attraverso il suo stato di Facebook “Non mi è mai piaciuto dare definizioni ai rapporti umani, ma per la prima volta vorrei dare la mia personale definizione di amicizia: un amico per me è colui che quando ha una posizione diversa dalla tua non erge un muro tra te e lui, ma disegna un sentiero dove entrambi possiate incontrarvi.” La reincarnazione di Gerolamo Savonarola è tra noi. E’ donna, ed io ho l’immenso privilegio di vedermi concessa la sua amicizia. Chiudo qui il post ché la commozione mi ha inondato gli occhi di lacrime offuscandomi finanche la vista. Mah.

Annunci

11 pensieri su “Puzza di amministrative

  1. Ma allora siamo vicine di casa… ^_^
    Torno a leggerti con più calma, perché dopo aver letto questo post sull’amicizia mi son commossa anch’io e devo andarmi ad asciugare le lacrime…

    PS: quando torno a Milano te la saluto.

  2. sulla scia del commento di sopra: allora siamo vicini di casa ora! (almeno, siamo abbastanza vicini perché io sto a foggia:)
    intanto, hai fatto bene. tanto lui non si interessa di politica -.-
    poi, volevo ringraziarti per i commenti. è stato un momento abbastanza complicato per via della tesi, del relatore che ha voluto rimandare la data di un mese e del pericolo di dover ripagare le tasse in una condizione economica non troppo facile. quindi, grazie!!! e scusa per il ritardo nella risposta 🙂

  3. ossàntoiddìo.

    a me delle volte, cioè, io non sò mai se nella gente ci è ingenuità che rasenta quasi l’indecenza, inconsapevolmente, oppure ci è proprio la presunzione di impunità che fà rima con impurità.

    io voto mozione della gatta tu.

    1. io mi pongo la stessa domanda, spesso, e quando poi si tratta della persona in questione direi proprio sistematicamente, ma onestamente adesso che ho inquadrato il soggetto con una certa precisione, tiro dritta per il mio punto di vista e stop. le ho concesso buona fede, amicizia e comprensione a palate e per troppo tempo, impunemente 🙂
      baciotti

  4. Il “sondaggio”, questa non l’avevo ancora sentita :/
    Sempre così, quelli che poi stanno nel torto sono quelli che rispettano determinati principi, bah…bella poi la frase “lui non è né di destra né di sinistra”, non si vuole manco schierare?

    Alle ultime amministrative del mio paese non ho votato visto che, francamente, entrambi i candidati non erano nulla di buono.

  5. lei è avvezza a queste immagini/espressioni “felpate”, ma con me non attacca, la conosco vecchia, come diciamo da queste parti 🙂 e comunque troppo comodo usare la pezza a colori buona per ogni stagione “lui non è né di destra né di sinistra”, che si stesse a casa sua allora, dov’è il problema?

    io temo per l’esito delle primarie che ci saranno a gennaio, ma di non votare non me la sento, onestamente … vorrei riuscire ad avere un sindaco di (centro) sinistra prima di passare a miglior vita 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...