Il pane di Brescia

Mi hai insegnato Pinketts Zamboni e Porta Ticinese. Il passo del tempo e l’ombra che porta con sé come borsa a tracolla.

 

Ma ho dormito con le mie gambe intrecciate alle tue. Quel tepore rimane come pietra a sigillo di sepolcro, libro abbandonato di proposito sui sedili di una metropolitana pluviale ed elettrica. La mia mano sulla tua pancia riusciva a sentire il battito del tuo cuore, e tu dicevi che non era possibile. Ma era irreale, però succedeva.

 

Sono guscio vuoto senza morale né consolazione, io che riuscivo a fare il bagno perfino nell’acqua appena tiepida di un segno fortunosamente raccolto.

Né meta né ultimo pensiero prima di addormentarmi.

 

Tutto è laconicamente come lo vedo.

Me per prima.

Annunci

4 pensieri su “Il pane di Brescia

  1. tipo come se ci vorrebbe silenzio, ora. silenzio per ora. solo parole da lasciarsi scrivere. non parliamo, non parliamo, chè sarebbe verbosità inutile. io mi pare che in questi giorni attingo immagini e ricordi e più lo faccio più mi pare di defraudare agosto, e poi settembre, di nuovo luglio. io non vorrei neppure scrivere. perchè lo faccio, mi chiedo. perchè.

  2. @ Ridente: “tipo come se ci vorrebbe silenzio” mi hai beccata in pieno. forse in questo momento non vuoi scrivere, ma senrti di doverlo, di averne bisogno. neanch’io probabilmente voglio, ma se non lo faccio le sensazioni m’intossicherebbero fino ad ammalarmi.

    @ Mite: il tepore delle pietre è una sintesi perfetta e lacerante al tempo stesso, il tepore di quelle gambe.

    @ Baol: quantomeno il mio personale inferno ha in fondo un suo senso e ragionevolezza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...