Un sorso di chinotto

Tic tic tic. La matita mina numero uno ti accompagna scendere le scale. Un fiore giallo a farti ciao con lo stelo e la corolla.

Non pensarci. Salta.

Per cena cicorie dolci condite con olio.

Non ci sono abbastanza luoghi per nascondere la mani. Penserai, poi ridendo.

A sapere che sarebbe stata l’ultima volta, mi sarei voltata a rubarti un istante. Nessun residuo da lavare con il tergicristalli.

Annunci

2 pensieri su “Un sorso di chinotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...