Non mi viene in mente niente

Mi somministro sonno nero, e che sia bordato di rosso è del tutto incidentale.

Gli eventi si sfogliano da soli, come carciofi. Forse è per questo che non riesco comunque a respingerli al mittente, anche quelli troppo acri, quelli troppo poco convincenti. Quelli decisamente troppo rosseggianti.

In casi come questi, Fabio Volo è decisamente troppo oltre la mia soglia vitale di senso paradossale delle cose.

Mi derubrico da sola, sollevata che la battaglia mi risparmi ulteriori, fuori luogo, parole a me stessa.

La lancetta di un piede scaglia cerbottana esatta. Mentre mi pettino, tra le mani capelli frammisti a interrogativi. Li accomuna la spina dorsale spezzata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...