La sindrome premestruale è pessima consigliera

Il periodo assiste ad una sorta di regressione inversa. Vagheggiamenti e pigrori da scolaretta si accompagnano ad un diversificato senso del dovere, come fossi al medesimo tempo madre di me stessa e figlioletta da accudire.

E’ ancora da tratteggiare il mio personale disegno di famiglia, ma sentirmi parte di una rete di mutuo soccorso capace di attivarsi e tamponare ferite in modo tanto fulmineo quanto efficace, inevitabilmente mi addolcisce la linea degli occhi. Anche a non volerlo dare a vedere, anche a dover convogliare energie ansiose e capacità di gestione dello stress altrove. Qualcosa di me affonda radici in loro, e sentirlo è come mano capace che ricopre le spalle dal freddo brusco.

 

Ci sono cose da tenere coperte come l’impasto preparato per fare la pizza, sì che possano decidere da sé la loro sorte. Lievitare o no.

 

Smorzo un sorriso, ma so che c’è. Lo giurano le lenzuola fresche a giocare con le gambe alleggerite e scalze.

 

Annunci

Un pensiero su “La sindrome premestruale è pessima consigliera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...