Patrigno faugno

Non capisco ma mi taccio, chè tanto l’acqua scorre sempre – e vai di banalità – e leviga ed a tutto restituisce la forma che si merita.

 

Spesso ho dovuto combattere l’ignoto per ricucire pancia occhi gambe.

Tanto più una scelta è azzardata, tanto più ti sfida a trovarci della polpa commestibile al di sotto della buccia che pure si sfarina sotto le dita. Per un’estate davvero altra, ma quale Formentera, quale Costa Azzurra … vuoi mettere Camaldoli o il sentiero Rilke?

 

Giocata, eppure da qualche parte raccatto la voglia di (sor)ridermi ancora.

Annunci

6 pensieri su “Patrigno faugno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...