Dodici

Su questo letto matrimoniale siamo solo io ed i miei tomi di sociologia. Intrisi loro, senza volerlo, di questi giorni.

Anche mia madre ha accettato questo esilio. Non so se si è accorta che il cielo si è rovesciato sulla mia testa a mo’ di scolapasta fumante e ricolmo per poi implodermi. O forse, per la prima volta, ha accettato di sedersi con me al tavolo della morte.

 

Mi trucco anche se non devo uscire.

 

Appuntamento con me stessa,

per trovarmi la faccia,

sentire i piedi.

Disegnare le ossa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...