Scrafazzando lumache

Muore tutto, sopravvive solo questa rucola dalla inconsistente personalità.

 

Il buddhismo economico riassume egregiamente la sdentata risata di giorni non onicofagi – anzi sì.

 

Se m’addormento, quando poi mi sveglio mi cancello le lacrime ed anche il sorriso. Imbusto la schiena, chè sia sempre dritta e ben tesa. I neuroni come appena scartati dal cellophane

 

Improvvisamente stanotte
la stanza s’è riempita dei miei amici d’infanzia
Ognuno di loro teneva con una mano
quello che restava dell’altro braccio
amputato fino al gomito
Immobili
tenevano lo sguardo rivolto verso il soffitto
la bocca spalancata
Qualcosa in quella scena sembrava accusarmi
Sono io la causa di tutto questo?
Ho avuto paura e ho cercato numeri di telefono
ma le cifre sbiadivano sotto i miei occhi
e ogni numero era occupato
e ogni numero era sbagliato

 

Filo spinato a cingermi l’intorno.

Perfino Boris ha smesso di guardarmi con bonaria comprensione.

 

Il farsesco è la seconda cosa più vicina alla morte, dopo i notai.

 

Dire qualcosa mentre si è rapiti dall’uragano
Ecco l’unico fatto che possa compensarmi
di non essere IO l’uragano

 

Annunci

Un pensiero su “Scrafazzando lumache

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...