Nella terra di nessuno racchiusa tra la domenica e il lunedì

Ci sono chiacchierate che hanno lo stesso balsamico effetto di una pedata nel sedere.

Intuire che non sei necessariamente destinata a monologhi febbrili con te stessa su cose che avresti paura essere fondanti solo per te, non cambia la micidiale pendenza dei giorni, ma perlomeno ti smemora del superfluo. Compresa la stanchezza dei polpacci.

 

Non voglio dover ricordare, né cercare la quadra di mosaici nati già con tasselli mancanti e/o doppioni.

 

Sento un battito – che è il mio. Decido di camminare nelle orme che disegna a terra per me.

La lumaca porta con sé la sua casa: che chiedere di più.

 

E’ un lungo insidioso impervio inverno. Serve tanta vitamina C .

Dovrò essere assurdamente ingegnosa.

Annunci

2 pensieri su “Nella terra di nessuno racchiusa tra la domenica e il lunedì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...