A “Chi l’ha visto?” cercano una erre

Come un anno fa. Le sere di maggio a portare qualcosa di irreparabile e indecifrabile insieme.

La sindrome premestruale mi rende inquietante a me stessa. Le cose accadono perché le avverto, o le annuso perché sono già sulla soglia in procinto di irrompere?

Mi hai punta nella carne viva, Esse. Proprio tu, con quella tua faccetta da cazzo. Tu, con il tuo essere così prevedibilmente blockbuster. Perfettamente a tuo agio in quel giornalettismo salottiero pettegolo fuffesco squisitamente glemur che dà di niente, come certi leader di sinistra “radicale” che detesti e perculi. Non ti suona fesso come l’unghia il tuo insistito tornare su aggettivi come “figo” e “top”? Tu e la tua sinistra rassicurante da fiction – targata Rai Uno.

Solo, i tuoi denti affondati nella nuca si rivelano sorprendentemente trozkisti. Indurre lo scioglimento dei poli come cera docile sotto le dita. Le tue, dita. Che insieme al palmo delle mani meriterebbero dissertazione diffusa e puntuale, che al confronto i tre tomi del Capitale di Marx arrossirebbero d’inadeguatezza.

Con le tue considerazioni c’incarterò le uova. Verrò a rigarti la macchina, e nel godermi il lavoro ben fatto farò colazione al forno difronte.

Intanto, non fermare questo forte movimento.

Annunci

4 pensieri su “A “Chi l’ha visto?” cercano una erre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...