A mani vuote

 

Poche ore al ventiquattro, e il passato mi torna alle spalle.

Torna per spaventarmi. Una me in cerca di un pretesto – con cui ha familiarità – per tenermi legata.

Non ci credo più.

La bestia ha rotto la catena.

Quale sia il giorno, sarà comunque un passo in più in là di questo.

Niente alibi, più.

L’istante in cui il sentiero si ramifica: non riaccadrà ancora.

Peggio di un capodanno, ma in mezzo all’oceano resta solo una cosa da fare.

Annunci

3 pensieri su “A mani vuote

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...