Velvet

Ti posso spiegare / C’è solo una cosa che devi fare, portarmi al Ciolo e sigillarti la bocca.

Ti trovo in gran forma / Più che altro fra poco mi estinguo.

Tu dovresti stare un po’ più calma, te lo dico veramente con affetto. / Vuoi litigare?

Vengo in pace / Non pensarci neanche.

Siediti. Siamo tranquilli. / (Testardaggini che confliggono. Incolli le labbra sulle mie. Il desiderio di quell’avvolgenza non mi sfiora neanche, però)

Posso spegnere la luce? E’ solo perché mi dà fastidio / (Non ti permetto di baciarmi. E non ho intenzione di farlo)

Scusa / Lo sai bene che non sono cose che si risolvono co’ du’ schiaffoni.

Devi capire che le cose cambiano / Sentirti ogni giorno parlare di Marx e Salvemini. Credo sia questa la strada da percorrere.

Click

(Quando i Maya parlavano della fine del mondo, dovevano intendere qualcosa del genere)

Annunci

5 pensieri su “Velvet

      1. Mi hai fatto pensare ad una cosa: non ho mai dato due sane sberle. Tipo quelle che lei da’ a lui con quel CIAFFF così sonoro. Sarebbe bello 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...