Generazioni

Giuliana è una di quelle persone che mi provocano un malcelato fastidio. E con la faccia dispettosa che si ritrova, mi risparmia anche ogni eventuale senso di colpa nel palesarlo. Eravamo compagne di classe al liceo. Il genere di soggetto che pare impossibile abbia una vita, una profondità, una sua terza dimensione, oltre la piatta figurina che (non) si offre al mondo. Mi stizzisce – mi stizziva – e ritrovarmela davanti, ciclicamente, mi obbliga ad ammettere a me stessa che, perfino in ciò che sembra più matematico e geometrico, la regola del due più due uguale quattro non vale quasi mai.

Giuliana, l’eterna  promessa puntualmente mancata. Sistematica solo nel disattendersi. Giuliana madre tre volte. Giuliana glaciale ostetrica di sé stessa. Un taglio netto al cordone ombelicale. (E sono) Sara Caterina Davide.

Sara castana placida (come) tavoletta di cioccolato al latte. Ricci generosi – troppo – risata espansiva montagna di panna. Rosa shocking come le tazzine di plastica con cui gioca a fare il caffè. Sara, per sogno. 24 maggio 2007.

Caterina nera liquirizia. Occhi che ti prendono in giro spudorati. Pare Anna Magnani. Se ne va in giro piena di dignità e di sé, svagata, persa nella sua fluviale chioma. Così distante che la prenderesti a schiaffi, solo per vedere l’effetto che fa. Caterina, perché fuga. 27 gennaio 2009.

Davide sguardo grigioverde come il nonno della madre. (Adesso te ne ricordi dell’orgoglio materno, eh?) Davide silenzioso. Mani che sanno. Aggrotta le sopracciglia nello stesso modo di quello là con gli occhi neri. Chissà cosa pensa. Cosa (gli) turbina in testa, ed a quale velocità. (A Davide, ed a quello lì con gli occhi neri) Davide, per il ritorno. 8 novembre 2012.

Giuliana passo svelto che (sembra)  scappa(re). Un neo che si ostina lì, al punto da farci amicizia. Gola tremolante di gesso che s’incrina su lavagna. 10 novembre 2010. Quel taglio di luce; una borsa blu elettrico. Giuliana è questo.

E non lo sa (?)

Annunci

3 pensieri su “Generazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...