Una borsa verde per essere triste, ma con eleganza

A Report c’è un giornalista che ha la tua voce ed il tuo accento. La erre – di quando ti ho conosciuto – come acqua frizzante.

Dicevano che l’autoironia mi avrebbe salvata. E senza, non so come farei adesso a respirare ridere appassionarmi alle mie restanti ossessioni, portando sul collo il tatuaggio della tua felicità con ladonnarampante.

Rifuggo dall’accarezzare il pensiero di te, perchè è l’unico (pensiero) che rischia di far balzare fuori lo stereotipo che è in me. Ma l’amore è un carciofo, e sfogliandolo da tutti i fronzoli, resta un nocciolo fatto di parole che ormai hanno reso lise, a furia di usarle a sproposito. E nella mia bocca tu non sarai mai logoro, quindi meglio non dirti.

Ma se cammino nelle tue orme, sarebbe almeno gentilezza sapere dove sto andando. Mi sono bendata e giro di nuovo a vuoto, oppure continuando a setacciare la materia prima si ripulirà da tutto?

Vorrei farti vedere quanto sono (diventata) brava.

Tenerti sulle spine mentre il tuo sorriso barcolla cercando la mia compiacenza.

Le nostre bocche incollate mentre ti nego gli spasimi.

La notte non può accomodarsi sul divano del sonno – e nemmeno io – se so che nel mondo ci sei in giro tu.

He was the first song I ever sang

But it stopped as soon as it began

I must remember

Even if takes a million years

Annunci

7 pensieri su “Una borsa verde per essere triste, ma con eleganza

  1. Ecco l’hai comprata anche tu, ora mettici dentro la tua canzone e le tue altre cose belle. Non hai bisogno di nient’altro per andare.
    P.S. La mia nera mi sta dando grosse soddisfazioni. Immagino la tua verde.

  2. Io la borsa l’avevo comprata rossa: ci ho messo dentro il cuore del carciofo, parole che hanno soffocato ogni speranza di futuro. Finché, anche io, ho smesso di dire il suo nome ed è diventato Big M. Il fatto è che cerchiamo l’altra metà di mela, ma ci imbattiamo nella verdura. Spero che la tua borsa verde ti faccia sorridere. La mia è finita in fondo a un armadio: non riesco nemmeno più a guardarla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...