La ferita del caffè

coop.insieme

Coltivare lamponi equivale a stringere un patto con la terra; ci si impegna ad esserle fedeli quindici anni: tale è infatti l’arco di tempo per cui la pianta dà frutti. Una promessa che però è, al tempo stesso, una scommessa, soprattutto se quella terra è stata crivellata dalla guerra. Da questo azzardo è nata a Bratunac la cooperativa Insieme  (qui la loro pagina Facebook)

Il comune di Bratunac si trova lungo la riva della Drina, al confine tra Serbia e Bosnia Erzegovina; fino al 1991 era uno dei principali centri di produzione di piccoli frutti, all’interno della Jugoslavia. Poi è arrivata la guerra, il massacro di Srebrenica nel luglio 1995. Sì, perché Bratunac confina a sud proprio con Srebrenica. Tra il 1992 ed il 1995 sono state cancellate 4.221 case su 5.205; a fronte di una popolazione di 33.575 abitanti nel 1991, dodici anni dopo si era scesi…

View original post 757 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...