Una granita di limone

Maggio che sembra novembre. Sarà per questo che sono di nuovo ai nastri di partenza.

 

Tornano le nuvole di sempre, con i più gli interessi del tempo trascorso, la stanchezza macinata dai sogni.

Un gusto che pizzica la lingua, la buccia insidiosa delle nespole. Perfino l’esplosione di fiori e foglie che fa (ri) fiorire l’allergia. Sentirsi di nuovo, dopo troppo.

 

Ti ricordi? La memoria sembra aver perso la voce. La fatica è un puzzle da risolvere. Che lingua parla il desiderio?

 

Annunci

Un pensiero su “Una granita di limone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...