Di ingorghi e umori

Può capitare che le persone – quelle più inattese – ti stupiscano per concretezza e contenuto. Può capitare che il muscolo dell’ottimismo, ormai decisamente fuori allenamento, non sia in grado di reagire al meglio a questo stimolo. La mente invece registra l’impulso, ma piuttosto che sfruttarne la scia positiva, comincia a ruminare negatività sulla breve durata della parentesi positiva.

Succede che certe voragini voraci si auto-alimentino e crescano spaventose come erbacce dannose. A quel punto cosa resta da fare, se non chiamare in soccorso tutta la fantasia e la testardaggine di cui sei capace?

Noia e angoscia sono due amanti criminali, bisogna stare alla larga. O per meglio dire, imparare a rispondere loro per le rime. E io non sono mai stata brava a sfoderare il mio muso duro, pagandone puntualmente conseguenze infernali, letteralmente.

Eppure, è buffo accorgersi che per diventare un po’ più intraprendente, per affilare almeno un pochino i denti e provare a mordere la vita, ti sei dovuta ritrovare con l’acqua alla gola. E non sai come andrà a finire.

Annunci

2 pensieri su “Di ingorghi e umori

  1. Un post che lascia intravvedere una componente di ottimismo, di forza di volontà. A volte non si pianifica quando trovarla o quando ci si accorge di averla, ma ce l’abbiamo.
    Si combatte con le armi che si ha ed al meglio!
    Hai il mio supporto! 🙂

    Ps: bella canzone 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...