(Nel)le tue fossette

Sprigioni tanto fuoco, che ci potresti nutrire dieci città. Sogghigno perché non te ne rendi conto (?).

Potrei stordirti, per quante cose vorrei raccontarti. Lo sapevi che il dentifricio al limone può dare dipendenza? Ma forse è meglio tacerti questa epifania, per non mettere altra legna sul fuoco del tuo dileggio.

Comincio a soffrire di paranoie da ultimo atto. Se fossi più furba quella parola l’avrei occultata elegantemente già un mese fa, e invece devo schivare i tanti assalti del bulimico terrore per altri dieci giorni. Sopravvivo relativizzando. Nel vivere, soppeso fino a ritrovarmi troppo decentrata per i miei gusti.

L’incanto è quando ti sottrai. Fantasticare una vita prossima in cui macinarci scarpe e fantasmi, portando nello zaino solo la nostra fame e un registratore. Per immortalare il profumo dei nostri umori mescolati fino a perdere confini e identità.

Annunci

4 pensieri su “(Nel)le tue fossette

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...