Gelato vista Colosseo

Il percorso di Augusta è di quelli che, a inventarsene, di altrettanto imprevedibili, emozionanti e nutrienti, non ci si riuscirebbe. Una sarta colleziona tasselli di umanità variegati e vivaci almeno quanto i tessuti a cui plasma e dà forma.

Casa sua è il premio dopo  una via crucis di gomitate, sudore e ribollente irrequietezza. Augusta è accogliente come una nonna, concreta come una mamma, e priva di ipocrisie come un’amica (dovrebbe essere).

Sorrido ripensando che quando diceva metteteve i cappotti parlava di preservativi, e mi vien da ridere per il fatto che ho capito a cosa si riferisse solo dopo un po’.

I profumi più teneri di questi giorni concitati sono i suoi girasoli di stoffa e i suoi carciofi alla giudìa.

Vorrei essere una scrittrice, per donare la sua storia avventurosa e raggiante a più persone possibile. Chè, da lettrice, vorrei dissetarmi di vite del genere.

download

Annunci

8 pensieri su “Gelato vista Colosseo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...