Lo sguardo all’insù di Jarvis Cocker

ME VELVET

Da sempre, la parte di me di cui vado più orgogliosa  sono gli occhi (Sono particolarmente soddisfatta anche del mio gusto per gli orecchini, ma questi in fondo sono più che altro un’estensione di me).

Mi piace che il mio sguardo frughi tra le pieghe del superfluo, dell’appariscente e dell’evanescente, alla ricerca del dettaglio rivelatore. Il tassello capace, da solo, di fare la differenza, denunciando l’essenza più intima e palpitante di persone e situazioni.

Adoro il modo in cui i miei occhi si adagiano in un profondo, languido e liberatorio respiro di vita, quando qualcosa ne cattura l’interesse o regala loro una sorpresa..

Faccio invece ancora grande fatica ad accettare che il mio sguardo sia disarmato e permeabile agli agenti esterni. Tante, troppe volte mi son sentita dire che i miei occhi parlavano per me (il più delle volte contro la mia volontà razionale). Di volta in volta, il mio sguardo ha denunciato malinconia, ansia o glaciale disprezzo, comportandosi come una specie di arma impropria che non sapevo neppure di possedere.

Confesso di considerare questa mia trasparenza emotiva  un difetto, testardo e tenace come radici di quercia. Una specie di verginità di cui vorrei potermi sbarazzare facilmente. D’altronde diventare grandi significa anche barattare i propri instabili idealismi per qualcosa di più solido e realistico, no?

Eppure, sento che se rinunciassi davvero al barlume di fanciullezza nei miei occhi, perderei la capacità di sentire il palpito provocante e spaurito di questa canzone.

(originariamente pubblicato sul blog A più mani )

Annunci

3 pensieri su “Lo sguardo all’insù di Jarvis Cocker

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...