Io non porto rancore. Solo odio di qualità (cit)

Nel 1915 Charlie Chaplin partecipò a un concorso per trovare il sosia di Charlie Chaplin. Fece del suo meglio per imitare se stesso, ma non fu abbastanza bravo. Non vinse. Invece penso che se nelle prossime settimane parteciperai a una gara del genere, le cose andranno diversamente. Sarai sicuramente incoronato come la persona che più ti somiglia. Sei completamente te stesso, forse più di quanto tu lo sia mai stato. Complimenti! Dev’essere una gran fatica essere così coerenti.

 Fidarsi degli oroscopi dimezza la fatica esistenziale, perché ti offre sempre un capro espiatorio pronto all’uso. Ad esempio, se io credessi al mio, almeno potrei concentrare tutto il mio astio puntandolo come un raggio laser sull’ottimo Rob Brezsny.

La gentilezza è una maglietta ristretta per incauto lavaggio ma nessuno se n’è accorto. Le maglie elasticizzate sono così trendy!

Ti accorgi di quanto sei cambiata quando realizzi di aver perso quel fiuto incomprensibile e tempestivo che ti permetteva d’individuare a colpo d’occhio quale gelateria scegliere, tra tante ugualmente sconosciute.

Scrivere una lettera motivazionale a volte è stressante come organizzare un matrimonio, ma senza grande mangiata e luna di miele.

Tornerà l’ispirazione e l’aspirazione? Senza spiegazione alcuna, la moka ha ricominciato il suo ostinato sciopero. Ad ascoltare lei, c’è poco da stare allegra. Ma stavolta mi concedo il lusso di farmi odiare, e prendo in prestito l’ottusa incrollabilità di questo giugno prematuro come un fuoco di paglia.

Annunci

11 pensieri su “Io non porto rancore. Solo odio di qualità (cit)

  1. (in realtà sto post è vecchio di una settimana…la gelateria farlocca era una delle tante adiacenti fontana trevi. l’avevo scelta perchè fuori stazionava un po’ di gente con gelatozzo in mano, il che faceva presumere che il prodotto fosse all’altezza. poi entro, faccio lo scontrino, vado a chiedere il gelato … e vedo che i vari gusti son quasi tutti piuttosto sciolti. ci ho messo venti minuti a scegliere il meno peggio :P)

  2. “Dai un nome alle parti più oscure di te”, suggerisce Lisa Marie Basile nella poesia Paz. Mi sembra un buon consiglio per te, Sagittario. Il prossimo futuro sarà un ottimo periodo per riconoscere gli aspetti più bui della tua natura. Sarà anche il momento ideale per parlare con loro, arrivare a conoscerli meglio e individuarne gli aspetti positivi. Scoprirai che non sono negativi o disonorevoli come pensi. Se li guarderai con amore e tenerezza, potrebbero perfino rivelarti la loro segreta genialità.

    te lo dicevo che sono cupocièlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...