(Darsi) appuntamento alla fermata dell’autobus

A volte i giorni sono indecifrabili, come orme sulla spiaggia, dopo che altre, più recenti e diverse, si sono sovrapposte/imposte.

Mimetizzarsi con i tempi grami e capricciosi per sopravvivere. Chè l’onda non puoi contrastarla. Giusto assecondarla, cavalcandola, se ti dice bene.

Allora, per non dimenticare chi sei, devi riuscire a guardare con amore perfino le zucchine. E se ti danno della pazza, passaci sopra. Ciascuno ha i suoi piccoli mostriciattoli a cui doversi/volersi affezionare.

La sveglia all’alba, l’autobus da corteggiare, e una città con cui (voler) fare amicizia. Anche questo è amore (?).

Bisognerebbe chiedere a chi cura silenziosamente la tua presenza, con il profumo di piccoli gesti che non riesce a viziare  neanche l’afrore della folla distratta e assonnata in cui sono pigiati i tuoi pensieri.

Bus_stop

Annunci

2 pensieri su “(Darsi) appuntamento alla fermata dell’autobus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...