Benevola come un Bucaneve al cacao

Gli eventi sono come petardi. Minacciano di esplodermi in faccia.

Le cicale non la smettono di frignare, e mi chiedo se solo per me l’estate ha deciso di entrare in sciopero.

Muoversi in tondo equivale a girare a vuoto, e questa torrida sensazione mi resta appiccicata ai polpastrelli delle dita come carta di caramella semi-liquefatta.

Eppure, c’è una nuova sorellanza, passi da imbastire, parentesi di vita (s)vissuta da esorcizzare.

Mi sorprendo a desiderare un Jude Law mediorientale e le sue mani dense. E ripenso al valzer silenzioso dei gesti apparecchiati per sfiorarci, senza avere il coraggio di avventurarci nel seguito.

Proclamo la mia cattiveria con ampie pennellate di smalto nero. Ogni giorno è una roulette russa, ma indietro non ci torno, proprio ora che la bambina che ero ha smesso di piangere, lì in fondo alla stanza.

Annunci

4 pensieri su “Benevola come un Bucaneve al cacao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...