Raggia e prisciu

I sentimenti mi rendono ritrosa. Fatico a condividerli se filano lisci, e quando arriva l’inverno parole e intenzioni mi si inaridiscono – letteralmente – in gola, prima ancora che sulle labbra.

Un tempo però, contemplare i miei stati d’animo mi tranquillizzava, come il mare di dicembre. Ora invece mi irrita tremendamente (il mare, al contrario, resta l’unico fidato testimone di ogni mia stagione).

(Soprav)vivere per sottrazione non mi attrae più.

Indugiare su quel che non ho, torna a essere furto d’inchiostro e d’anima, ai miei occhi.

Manca tanto, forse troppo. Ma voglio scrivere/vivere solo di ciò che è mio oltre ogni (ir)ragionevole dubbio.

Mia la fame.

Miei i lividi e le ginocchia sbucciate.

La musica indelebile dei desideri, io.

autumn-72736_1280

Annunci

6 pensieri su “Raggia e prisciu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...