Quattro giorni al mio compleanno

La vita è una merda.

Il muro di quel palazzo mi provoca. Una sfida al mio ostinato andare avanti. Che importa se per ogni passo avanti faticosamente strappato, gli eventi mi costringono a una penalità di quattro indietro.

Le cose si fanno pesanti. Sembrano un maglione inzuppato d’acqua. I pensieri un motore ingolfato.

Quando gli inciampi diventano il ritmo dei giorni, all’ottimismo viene la tachicardia. E il fiato corto è un pessimo consigliere: meglio non fidarsi. Se proprio voglio sbagliare, tanto vale farmi guidare dal nero di seppia nascosto in pancia.  L’ho fatto pensando a momenti come questo, e anche allora tutti a dirmi che stavo esagerando.

Manca tutto. Stavolta non ne sono responsabile, eppure questo non mi fa sentire sollevata.

Annunci

Un pensiero su “Quattro giorni al mio compleanno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...