Un bicchiere vuoto è pur sempre un inizio

Ho patteggiato con le mie paure sospesa in aria, eppure, ora che i piedi sono saldamente piantati per terra, il cuore tenta un salto mortale.

Aver perso l’orientamento. E sì che questo è da sempre il mio senso più sviluppato.

Sfidarsi, limare i propri limiti è come cambiare pelle. Una liberazione. Ma non se ti costringono a farlo con un coltello puntato alla schiena.

Innaffiare di passione quello che si fa, marinando nell’incertezza del giorno seguente, è impresa degna di funamboli. E l’emotività riesce spesso a sbugiardarmi.

La felicità è meno dissetante se cammino sulle uova?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...