Radice o polpa?

La tasca di un paio di jeans mi ha restituito il gancio di un orecchino. Qualcosa di apparentemente insignificante, ma a pensarci, indispensabile per trattenere l’orecchino ai pensieri che gli si aggrovigliano intorno.

Un’altra tasca, invece, ha inghiottito un anello che era una specie di neo. La nera distrazione lo ha costretto in lavatrice, e ora la mano che lo portava sembra nuda.

È la stagione dei punti interrogativi rovesciati in ami. La diplomazia di gomma e la melassa d’imperturbabilità potrebbero scatenare uno shock anafilattico, ma sbocconcellati un po’ alla volta sembra che irrobustiscano l’organismo.

Un cucchiaino al giorno, e il veleno non può più uccidermi. Forse potrebbe addirittura diventare il mio migliore. Quasi certamente, dopo averlo fatto bere, potrò rubargli due o tre fondamentali trucchi del mestiere.

Annunci

4 pensieri su “Radice o polpa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...