Mind the step

Un viaggio che ho rischiato di non fare.  Fortuna che la mia solita schizofrenica distrazione è spruzzata di barlumi di lucidità, come scaglie di cioccolato.

L’amicizia sa essere un pacco di caramelle Fruit Joy. Ognuna diversa, ognuna con il proprio sapore. Un tutto in cui ciascuna parte è indispensabile.

Camden Town mi ha rapito l’ironia, e i cokies di Covent Garden la lussuria.

Ti guardo, e finalmente mi sei asettico. Come l’amuchina. E anche quando  cerchi di fare le fusa, non mi scompongo più.

Ho mediato. Ridimensionato, affrontato e taciuto. Non necessariamente in quest’ordine, e non sempre con risultati incoraggianti.

Ma mi rincuora ( e non poco) sapere che l’ho fatto. E che posso correggere il tiro e migliorarlo, se voglio.

10403043_10205525264988942_787283638116722414_n

Annunci

Un pensiero su “Mind the step

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...