Deliri, desideri e distorsioni

Il punk è starsene seduti da soli in una stanza semibuia rimpiangendo di non avere del Valium, con un disco insignificante in sottofondo, con una gran voglia di strappare via a unghiate l’imbottitura della poltrona ma sentendosi la frivolezza sotto le unghie. Il punk è odiare la poeticizzazione della vostra condizione. Il punk è nutrire sogni indistinti di carneficine e sanguinose vendette quando in realtà riuscite a malapena a schiacciare una mosca in coma. Il punk è macchie di vino tra i solchi di Between the Buttons e Sister Ray. Il punk è l’inutilità. Il punk è strappare articoli come questo. Il punk è non avere l’energia o l’interesse per prendersi la briga di strapparli. Il punk è leggere questo articolo meccanicamente perchè non si ha nient’altro da fare e le parole volano via come cenere.

LESTER BANGS

Annunci

4 pensieri su “Deliri, desideri e distorsioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...