La salvezza in un pugno in faccia

Ho bisogno di giallo, di fragrante normalità, di caffè decaffeinato. Di trangugiare paradossi, dopo averli sminuzzati a sufficienza. E di passioni che asciughino il tempo lasciandomi addosso l’abbronzatura della felicità.

Accettare di essere sbagliata. O forse solo di non essere giusta in modo nazionalpopolare.

Se il senso di una vita dipende da quanto la pettinano i filtri di Instagram, cosa resta da sperare, agli sguardi acerbi e scheggiati? È prevista una qualche forma di riscatto per i capelli folti e crespi, fuori dal limbo che li bandisce sia dalla serenità glaciale delle anime lisce, che dall’appariscente ammirazione dei tondi ricci?

La paura mista alla voglia di non arrendersi a essa ha un odore. Ed è racchiuso in queste note.

Annunci

Un pensiero su “La salvezza in un pugno in faccia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...